0
Sketchin

Scenari futuri per lo sviluppo del territorio Luganese

Un percorso collaborativo, voluto dall’Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese e realizzato insieme a BAK Economics, istituto svizzero indipendente di ricerca economica, per contribuire alla definizione di iniziative strategiche per il territorio Luganese nei prossimi 5 anni.

Sketchin Case Study - ERSL Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese - Slide del report finale del percorso collaborativo

Un percorso collaborativo, voluto dall’Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese e realizzato insieme a BAK Economics, istituto svizzero indipendente di ricerca economica, per contribuire alla definizione di iniziative strategiche per il territorio Luganese nei prossimi 5 anni.

Industry

Public Service & Institutions

Anno

2021

Cliente

ERSL - Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese

Futuri partecipativi a supporto della strategia

Segnali, notizie ed eventi di ogni giorno lasciano scorgere possibili direttrici di cambiamento per il futuro. A partire da questi segnali e dai dati emersi, sono stati generati alcuni futuri desiderabili per il territorio nell’arco dei prossimi 5 anni, attraverso storie create dai cittadini. 

L'avvio del progetto si è basato sugli studi dell’ERSL e di BAK Economics riguardanti gli scopi, gli impatti dell'ERSL e il ritratto macroeconomico del Luganese. La successiva analisi SWOT ha permesso di sottolineare i punti di forza, le debolezze, le opportunità e le minacce per il Luganese, e di identificare i temi principali attorno ai quali strutturare i successivi workshop.

Successivamente, in collaborazione con i rappresentanti dei Comuni, sono state identificate una serie di iniziative di sviluppo per il territorio ritenute strategiche per dare forma al futuro immaginato.

Le attività generative sono state organizzate in tre fasi successive, mediante workshop collaborativi.

Vai alla strategia
Sketchin Case Study - ERSL Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese - Panorama del Lago di Lugano, Svizzera

Outcome

Attraverso l’analisi dell'evoluzione del territorio e la partecipazione di opinion leader e amministratori locali, il progetto ha fornito all’Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese una serie di iniziative strategiche, sotto forma di progettualità concrete, legate a scenari futuri, comprensive di analisi delle risorse necessarie e degli ostacoli da superare.

storie di domani per il futuro del territorio
26
iniziative progettuali strategiche
15
piano d’azione condiviso tra tutti i Comuni
1

Tre livelli 
di coinvolgimento

Le attività collaborative sono state articolate su tre livelli: il primo, con il coinvolgimento di cittadini identificati come opinion leader; il secondo, con rappresentanti delle amministrazioni locali, e in particolare con i segretari comunali; il terzo, con i rappresentanti delle forze politiche del territorio, nella persona dei Sindaci dei comuni del Luganese.

I workshop con i tre gruppi di stakeholder sono stati organizzati in maniera concatenata: i risultati del primo, con i cittadini, sono stati gli elementi di partenza per il secondo workshop, con rappresentanti delle amministrazioni locali. I risultati di quest’ultimo sono stati il materiale di lavoro per il terzo e ultimo, insieme ai delegati delle forze politiche del territorio. 

L’applicazione della metodologia dei Participatory Futures è stata di stimolo per testare e promuovere l'adesione della rappresentanza politica nei processi di progettazione dal basso, da parte dei cittadini. Si tratta di approcci e metodologie finalizzate alla definizione di scenari futuri mediante la partecipazione collaborativa di cittadini, comunità ed esperti di settori diversi. 

Per la prima volta, durante un processo di envisioning, i partecipanti hanno identificato, affiancando le rappresentanze amministrative e politiche, una serie di azioni e possibili linee direttrici per raggiungere gli obiettivi di sviluppo prefissati riguardo le tematiche “popolazione”, “sviluppo economico” e “territorio”.

Iniziative strategiche

Le attività collaborative e di ricerca sono confluite in una serie di 19 iniziative strategiche, suddivise in 9 aree tematiche: azioni concrete e possibili direttrici di sviluppo per il Territorio, con la definizione delle risorse necessarie per la loro attuazione e degli eventuali ostacoli da superare.

Gli ambiti di applicazione vanno dalla famiglia e le relazioni di vicinato e reti sociali, alle strutture abitative, al mondo del lavoro e le sue evoluzioni, ai centri di competenza, al commercio, alle nuove tecnologie, all’attrattività turistica, alla mobilità. 

Uno strumento operativo per i Comuni

Nel Novembre 2021, basandosi sul rapporto elaborato da BAK Economics con il supporto di Sketchin, l’Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese ha elaborato le linee guida per una strategia di sviluppo del Luganese destinate ai Comuni del territorio: una bussola utile per orientare le scelte strategiche comunali affinché permettano di consolidare i punti forti del Luganese, di cogliere le diverse opportunità ma anche di evitare decisioni che potrebbero accentuare i punti deboli o accrescere i rischi, per uno sviluppo armonioso e positivo.

Insieme, i Comuni e l’ERSL intendono stimolare e sostenere progetti e iniziative che possono contribuire a rendere il Luganese più Vivo, più Attrattivo e più Inclusivo. Un obiettivo da raggiungere grazie allo scambio di competenze, la riqualifica degli spazi, il sostegno al commercio locale e una migliore connessione del territorio.

Sketchin Case Study - ERSL Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese - Copertina e pagine interne del volume Linee Guida per una Strategia di Sviluppo del Luganese

Grazie all’applicazione di metodologie di collaborazione finalizzate alla definizione di scenari concreti, con BAK Economics abbiamo sostenuto Ente Regionale per lo Sviluppo del Luganese nel disegno del futuro del territorio, adattando progressivamente gli strumenti e le modalità di coinvolgimento.

Project numbers

designer del team Sketchin
4
iterazioni settimanali
5
stakeholders coinvolti nei workshop
40+
collaboratori BAK Economics
3